Spogliami…

Spogliami Della frivolezza quotidiana Slacciando uno ad uno i miei pensieri E abbandona le mie spalle Lo scialle della abitudine Scoprendo una pelle di luna Sfila via il dovere della piacevolezza Tiri su la sottana di paure Bacia la mia anima nuda E rivestimi di abiti nuovi… La sottoveste di coraggio Il reggipazienza e le calze di rosa dolcezza Nessun … Continua a leggere

A black rose

“La maschera della notte è sul mio viso… Mi ami davvero? So che mi dirai di sì e che io ti crederò. Ma so che se anche giuri potresti ingannarmi. Giove, dicono, sorride agli spergiuri degli amanti. Perciò, dolce Romeo, se mi ami, dillo davvero, oppure, se credi che con troppa facilità mi sia lasciata vincere, farò la ritrosa e … Continua a leggere

Dissolvenza In Chiusura

Caffé bollente versi sulla mia anima Indignato da tanto biancore Superficiale la tua sbirciata Non vede le cicatrici Vecchie e nuove Profanarsi di meraviglia Davanti alle tue mani Indifferenti e crudelmente affamate Sbrani non assapori Laceri e non risani Graffi fino in fondo Scaraventando superbia Ammuffita di rancore Dentro me Straziando l’ultimo anelito Di femminilità Lasciando che antichi fantasmi Completino … Continua a leggere

Ho una fan!

Ieri sera sono stata alla premiazione del 10° concorso di poesia indetto dall’Associazione Agorà di Misterbianco. E’ stata come tutte le volte un’esperienza emozionante, culturarmente importante sia per la presenza concentrata di poeti sia per lo splendido quartetto di musica da camera tutto al femminile le “Broken consorts”. Ho fatto un tuffo nel passato quando ho rivisto dopo non so … Continua a leggere

Pensieri notturni da coccolare

Starei una notte intera tra i tuoi pensieri Solleticando ogni parola che ti accarezza Bacerei ogni puntino sulle i Facendo attenzione a non scivolare Tenendomi ben stretta al pentagramma su cui scrivi incoscientemente Soffierei su ogni tristezza per farla andar via Spolvererei i tuoi ricordi più belli Affinché siano sempre vivi per farti sorridere In una fredda notte d’autunno Infine … Continua a leggere

Infanzia violata, parole ed immagine

Io, bambina e fango Ero il canto di un uccello variopinto che risuonava tra alberi e pistole Ero l’orgoglio di una madre con una gamba sola punita perché colpevole di speranza Ero per tanti la luce in un mondo buio e affamato di pane e di sogni Ero un fiore non ancora sbocciato in un campo di fango e marciume … Continua a leggere

Il posto delle fragole

Dai corri di più gambe fragili che il cielo suderà vieni con me che da sola un’altra volta non mi va mangeremo i nostri corpi crudi qui voleremo nudi senza limiti. Ad occhi chiusi noi per non svegliarsi mai negli angoli invivibili di un mondo che non vuoi. E corro ancora corro io ma non ritrovo mai in questa corsa … Continua a leggere