Buon San Valentino a me!

“Le passioni hanno questo di straordinario che spesso fanno dell’uomo più intelligente un pazzo e dell’uomo più sciocco un intelligente”

F. de La Rochefoucalud

 

Cari amici,

la mia vita procede nella splendida capitale splendidamente.

Stamattina ho pagato l’affitto di aprile e ho fatto una piccola cosa che per me significa molto.

Max mi regalava per tutti i San Valentino in cui siamo stati insieme (ma anche in altre occasioni) i Baci Perugina, quest’ultimo 14 febbraio in cui eravamo ancora fidanzati non mi ha regalato uno straccio di niente nemmeno i miei cioccolatini preferiti!

Gli anni passati ci siamo sempre donati cosine fatte da noi, io preparavo da me biscottini, cioccolatini e cenette, lui da parte sua mi regalava album di fotografie, compilation personalizzate, e l’anno scorso un portagioe fatto di cartone che ho adorato fin dal primo istante in cui l’ho visto e che naturalmente conteneva dei Baci Perugina precisamente quelli con la scritta rossa e con la ciliegia dentro anziché la nocciola. Quest’anno invece niente di tutto ciò e può sembrarvi una sciocchezza ma ogni volta che al supermercato o nei bar vedevo i Baci mi veniva una piccola stretta al cuore pensando “quest’anno nessuno si è degnato di regalarmeli”. Ma oggi… oggi li ho visti e me li son comprati da me e quando ne ho scartato uno prima di mangiarlo mi son detta “buon San Valentino Giusy!”

Questa cosetta che può sembrare da niente è il clou di un amore che sta nascendo… mi sto innamorando di me stessa!

Non ho mai fatto nulla solo per me stessa, come i primi giorni in cui ero a Roma, dovendo preparare da mangiare solo per me andavo alla spicciola facendomi una piadina nel microonde o mangiando insalatine pronte. Invece da qualche settimana mi coccolo, mi preparo pranzetti leggeri (perché mi sono messa a dieta e non per piacere agli altri ma per me stessa) ma gustosi e sfiziosi, concedendomi fragole con panna, cappuccino e cose così. Curo molto di più la mia persona, ad esempio mi strucco tutte le sere perchè ho imparato ad amare la mia pelle e so che il trucco ostruisce i pori ma prima la pigrizia e una certa non curanza verso me stessa mi portavano a non fare piccole cose come questa.

Mi compro dei libri, ascolto musica, passeggio molto, sorrido alla gente (beh questo l’ho sempre fatto), e comincio a farmi dei veri amici in una nuova città in cui sto da solo tre settimane (oggi… tengo il conto), amici che stanno bene con me.

Penso di aver trovato un equilibrio nuovo che mi fa sentire in pace con me stessa e il mondo. Infatti ho scritto un messaggino o una mail a tutte le persone che prima di partire ho cancellato dalla mia vita, ex amiche e colleghe, dicendo loro che ho dimenticato il passato e mi sento pronta per riprendere da dove ci siamo fermate. Qualcuno ha risposto positivamente, qualcun altro ancora no. Ma va bene così, perché io ho ho fatto un grosso passo avanti rispetto a tutte loro, sono stata così matura da mettere da parte orgoglio e scemenze varie, cosa che evidentemente loro non sono riuscite a fare.

Ci sono aspetti del mio carattere che sto perdendo e ancora non riesco a capire se ne sono felice. La prima è che non riesco più a piangere nè quando sono triste nè quando sono felice quando invece fino a qualche tempo fa piangevo per ogni cosa. Invece rido molto. E rido forte e di gusto. Max mi ha detto al telefono che ho una risata stridula e forse un po’ isterica, per carità potrebbe anche essere. Ma sapete c’è anche qualcuno che apprezza la mia nuova risata e questo mi fa ridere e sorridere con ancora più gusto, soprattutto quando lui ride insieme a me dicendomi che non c’è nulla di più bello di sentirmi felice. Non correte con l’immaginazione, al momento non c’è nulla di più che una gran simpatia e come dire… feeling!

So che sto perdendo molto della vecchia me e un po’ mi spiace, so che sto cercando di diventare autonoma e di combattere quell’attaccamento innato di cui parlava Bowlby, non che io mi voglia isolare ma ho desiderio di essere autosufficiente e di cercare gli altri solo per il piacere di stare con gli altri e non per la mia necessità di avere qualcuno che mi voglia bene, che mi faccia sentire al sicuro ed amata. Ed infatti sto lottando con le mie paure, il buio, la solitudine (visto che la mia coinquilina spesso non c’è) e quel senso di vuoto che assale l’essere umano quando meno se l’aspetta.

Non so se mi piacerà la nuova Giusy, ma se così non fosse spero di trovare la forza e cambiare ancora, del resto siamo in continua evoluzione, no?

Giovedì tornerò in Sicilia per le vacanze pasquali e per stare un po’ con la mia famiglia che mi manca moltissimo!

A presto,

Lulù ricca di voglia di vivere e amore per se stessa

 

Ps: ho tolto le restizioni al blog, non mi interessa se qualcuno ha voglia di sapere qualcosa di me e anziché chiedermi viene a sbirciare qui, non mi interessa. La libertà è anche questo, no? (Sto diventando un po’ saggia… o forse un po’ di sano menefreghismo?)

 

Buon San Valentino a me!ultima modifica: 2009-04-07T13:34:00+02:00da vestimidipoesia
Reposta per primo quest’articolo

6 pensieri su “Buon San Valentino a me!

  1. La vecchia Giusy a me piaceva coi suoi pregi e coi suoi difetti ma la nuova Giusy parla ancor più da persona matura che ha preso in mano la propria vita ed ha deciso di fare del proprio meglio per potersi voltare un domani ed avere solo motivi di cui andare orgogliosa. Non è facile voltare pagina ed adattarsi ad una vita completamente diversa ma sei partita col piede giusto, non hai avuto paura di metterti in gioco e stai scoprendo il piacere delle piccole cose. E’ bello sentirti parlare così e sappi che… anch’io avrei tanto piacere a conoscere la tua risata, quindi potremmo anche sentirci qualche volta su messanger se ti va. Ho imparato a volerti bene nel corso dei mesi, sono rimasto incantato dalle tue poesie e spero un giorno di poterti conoscere di persona per donarti un caloroso abbraccio Amica mia!

Lascia un commento