Siamo noi i veri paesi

Ho rivisto “Il paziente inglese”. Volevo farlo da tempo.

E ogni volta mi regala emozioni nuove.

Stavolta ho trascritto quelle che io ritengo le battute più belle e intense del film. Eccole.

“…I nuovi amanti sono nervosi e teneri ma rovinano ogni cosa

Perché il cuore è un organo di fuoco”.

Il conte Almasy lo scrisse sul pacchetto che strappò attraverso la finestra con K.durante il natale al Cairo.

 

“…Moriamo, moriamo, moriamo ricchi di amanti e di tribù,

di gusti che abbiamo inghiottito e di corpi che abbiamo penetrato risalendoli come fiumi,

di paure in cui ci siamo nascosti…

Voglio che tutto ciò resti inciso nel mio corpo.

Siamo noi i veri paesi non le frontiere tracciate sulle mappe coi nomi di uomini potenti”.

Katherine l’ho scritto prima di morire sul libro di Erodoto del Conte Almasy

 

Se non l’avete visto ve lo consiglio, film diretto da Anthony Minghella, vincitore mi pare di 13 premi Oscar.

Meraviglioso.

Il cast poi è spettacolare, da Ralph Fiennes a Willem Dafoe, da Christine Scott Thomas alla splendida Juliette Binoche, attrice che amo particolarmente ed è presente in molti altri film che adoro (chocolat, l’ussuro sul tetto).

 

 

Lulù

 

Siamo noi i veri paesiultima modifica: 2009-04-28T17:11:00+02:00da vestimidipoesia
Reposta per primo quest’articolo

11 pensieri su “Siamo noi i veri paesi

Lascia un commento